Foto scattata nel bosco di Selva Secca, sul Lucomagno, bosco di Pino Mugo e Pino Cembro. Lo potete vedere pure nel parco/giardino del nostro Cuore Alpino! Pure il nostro locale wellness è rivestito in Pino Cembro, legno rilassante e terapeutico

Pino Cembro (Pinus Cembra)

Il pino cembro (Pinus cembra L., 1753), detto anche semplicemente cembro o cirmolo, è un albero sempreverde aghifoglie del genere Pinus che vive sulle Alpi - in Svizzera solo in Engadina, Vallese e regione Lucomagno. Il suo legno è molto pregiato ed è usato in modo particolare per le sculture. È l'unico pino a 5 aghi presente spontaneamente in Europa. In Val di Blenio lo si trova soprattutto nella regione del Lucomagno ma è protetto.

Foto scattata sulla piana del Lucomagno in data 16 Aprile 2019

Pino Mugo (Pinus Mugo)

Il Pino mugo (Pinus mugo Turra, 1764), o anche semplicemente mugo, è un cespuglio aghiforme sempreverde, dal portamento prostrato, appartenente alla famiglia Pinaceae. Un bosco di pino mugo si chiama mugheto. Cresce spontaneo sulle montagne, tra i 1500 e i 2700 m (ha il suo "optimum" tra i 1600 e i 2300 m, ossia nel piano subalpino). Amante della luce e del freddo, presenta aspetti morfologici molteplici e variati, accomunati tradizionalmente nel gruppo Pinus montana.

Foto scattata sotto il Pizzo Bareta a circa 2100msm il 17 Aprile 2019

Ontano verde (Alnus viridis)

Si tratta di un grande arbusto o un piccolo albero alto dai 3 ai 12 metri con una corteccia grigia liscia anche in età avanzata. Le foglie sono verde brillante, di forma ovoidale, lunghe 3-8 cm e larghe 2-6 cm. Le infiorescenze, a differenza di altri ontani, appaiono nella tarda primavera dopo le foglie. Lo si trova nei pendii valanghiferi.

Foto scattata sopra Casaccia (Passo Lucomagno) a 2300msm, il 16 Aprile 2019

Licheni

I licheni sono il frutto dell'associazione fra un fungo e un'alga: vivono in ambienti estremi, sulle rocce e sui tronchi degli alberi. Sono indicatori di ambienti non inquinati. I funghi ricavano dalla fotosintesi delle alghe le sostanze organiche e in cambio forniscono alle alghe materiali inorganici e protezione dalla disidratazione. Hanno inoltre notevole importanza nel consentire la colonizzazione di una roccia nuda da parte di altre piante perché la disgregano con i loro prodotti di secrezione e lasciano detriti vegetali consentendo l’insediamento di altre specie. Sempre per questa azione disgregatrice sono importanti elementi di erosione, aprendo il cammino all’azione erosiva degli agenti atmosferici e del ghiaccio.